Self publishing: diventare uno scrittore di successo con la giusta nicchia

self publishing

È proprio così: la giusta nicchia di lettori può trasformarti in breve tempo in uno scrittore di successo, che tu ci creda o no.

Al di là di cosa tu intenda per “successo” (la mia idea la trovi qui), partiamo dal presupposto che farebbe piacere a tutti gli appassionati di scrittura essere apprezzati per ciò che si scrive e riuscire a trasformare la propria passione in un lavoro.

Prendiamo, dunque, questa come idea generale di successo. Come ci si può riuscire?

Semplice: trovando la giusta nicchia di mercato e facendosi valere.

Come ti ho spiegato la volta scorsa, e come illustro più approfonditamente nella guida gratuita dedicata, che invio via newsletter, uno dei più importanti lavori da svolgere prima di intraprendere la strada dell’autopubblicazione, è trovare la propria nicchia di lettori.

Parti da ciò che ami scrivere e cerca di capire come puoi adattare questa tua passione agli interessi di lettura di una particolare tribù di lettori.

La via migliore è quella di cercare su Google quanto interesse si celi dietro ogni tua idea, quanta concorrenza ci sia in giro (altri scrittori che scrivono dello stesso argomento) e quanto tu sia capace di raggiungere alti livelli qualitativi in quel genere.

Riuscire in questo lavoro ti potrebbe assicurare il successo in poco tempo. Non è l’unico elemento chiave, ovvio, ma è uno di essi.

Perché? Ecco perché.

 

LA NICCHIA, GOOGLE E IL SUCCESSO

Prima di tutto, riuscire a individuare una nicchia specifica di interesse vuol dire salire vertiginosamente nelle pagine di ricerca di Google con il tuo sito.

Sembrerà assurdo, se si pensa ancora alla vecchia maniera, ma rivolgersi a un pubblico più ristretto possibile, è in grado di garantire un maggiore successo. Questo perché, se è vero che avrai meno lettori di Stephen King, è vero anche che avrai lettori davvero appassionati. Ai quali stai fornendo libri introvabili altrove.

Queste persone compreranno qualsiasi cosa tu scriva e lo faranno con voglia e passione, perché stai soddisfacendo le loro esigenze. E Google, di questo, te ne sarà grato.

Ovvio, per salire in classifica su Google devi scrivere contenuti pubblici da mettere sul tuo sito e indirizzati a quella tua specifica nicchia di lettori. Dietro questo c’è un lavoro affascinante legato allo studio delle parole chiave, che approfondisco nelle guida, e che non va sottovalutato, come fanno molti.

Puoi usare strumenti specifici come Google Keyword Tool per trovare le parole giuste, o Google Insight per capire quali sono i trend di ricerca del momento. Ma il vero lavoro va fatto a monte, con la tua testa (da solo, o con l’aiuto di un consulente).

Ad ogni modo, per iniziare, sappi che saper soddisfare interessi quanto più specifici possibile è un dono inestimabile per la tua carriera di scrittura.

 

LA SODDISFAZIONE CREA IL SUCCESSO

È proprio questo il punto focale: soddisfa chi ti segue e avrai successo. Riuscire ad ottenere un simile risultato è garanzia di riuscita nel tuo progetto.

Immagina la soddisfazione e la contentezza di un lettore che è alla ricerca di un particolare tipo di storia o di manuali, quando si imbatte sul tuo sito e si rende conto che lì fuori c’è proprio una persona che scrive solo quel tipo di libri.

Wow!” è la prima cosa che dirà. “Lo adoro” la seconda.

Da quel momento, il lettore sarà tuo. L’avrai conquistato, gli avrai dato quello che cercava, gli avrai risolto un problema, lo avrai reso felice.

Tutto questo, però, non si può fare con un approccio generalista. Bisogna far riferimento a una nicchia precisa di lettori, a un’esigenza particolare. Se ci pensi bene, tutti i big hanno fatto la stessa cosa: King con l’horror, Camilleri con il giallo all’italiana, Dan Brown con i misteri complottistici, Azimov con la fantascienza e così via.

Ora sta a te cercare di individuare nuove tribù di lettori, nuove nicchie, ancora inesplorate, da conquistare. L’esigenza di cercare delle nicchie ancora più specifiche di quelle individuate anni fa dai big che ho appena citato, si trova proprio nella fortissima concorrenza che insiste in quelle macrocategorie (che, ormai, possiamo definire anche generaliste).

 

UN ESEMPIO PER CAPIRCI MEGLIO

Mettiamo che tu sia un appassionato lettore del genere “spionaggio”. Mettiamo che tu sia un fan di Ian Fleming e Tom Clancy. Mettiamo che tu voglia scrivere romanzi dello stesso genere.

A questo punto ti troveresti davanti un problema davvero grande: farti conoscere, aumentare la tua reputazione, battendo una concorrenza tanto forte come i due big di cui sopra.

Cosa fare?

Iniziamo con un bel giretto sul motore di ricerca di Google. Prima di tutto chiediti: cosa cercherà il mio lettore modello, su Google, quando si metterà alla ricerca di un libro di spionaggio? Forse cercherà:

 

- storie di spionaggio

- romanzi spionaggio

- letteratura di spionaggio

 

Bene, per ognuna di queste frasi chiave, quanti risultati mi restituisce Google? C’è una grossa concorrenza? È probabile che ci sia. Ok, ce lo aspettavamo. È il momento di iniziare a trovare la giusta nicchia.

Come si può restringere il campo? Io direi che potresti cercare di posizionarti all’interno di un’interessante nicchia dello spionaggio. Potresti, ad esempio, ripetere la ricerca con:

 

- storie reali di spionaggio

- romanzi spionaggio seconda guerra mondiale

- letteratura spionaggio antica Roma

 

Sono solo esempi, ma rendono l’idea. Una volta individuata una nicchia che restituisca pochi risultati, quindi una bassa concorrenza, e che ti appassioni davvero, passa a trovare le parole chiave con gli strumenti che ho menzionato più su.

Se sei amante del genere, sai bene quali parole utilizzeranno i tuoi potenziali fan per cercare storie di spionaggio ben precise come quelle che scriverai tu. Cercale con gli strumenti e analizza i risultati. Quelle saranno le tue parole chiave da usare praticamente ovunque, nei contenuti pubblici sul Web.

Spero di averti chiarito un po’ le idee sull’importanza di scegliere la giusta nicchia di mercato.

Tu che ne pensi?

 

roberto-tartagliaSe hai intenzione di far decollare il tuo progetto letterario e fare il salto di qualità, dài uno sguardo al servizio di consulenza di Vivere di Scrittura.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>