Come diventare scrittore o sceneggiatore?

Come diventare scrittore o sceneggiatore?

 

Diventare scrittore o sceneggiatore richiede studio e dedizione, come ogni altro mestiere. Se trovi in giro qualcuno che promettere di insegnarti come scrivere e vendere libri con poco tempo e poco impegno, scappa! Scappa, finché sei in tempo!

Se fosse così facile, quanti scrittori e sceneggiatori affermati ci sarebbero? E poi, ti risulta che si possa davvero fare qualcosa, per lavoro, senza impegno e in poco tempo? Non in questo mondo.

 

ALLORA, COME SI DIVENTA SCRITTORE?

Per diventare uno scrittore, prima di tutto occorre definire bene l’idea di “scrittore”. Chi è, per te, uno scrittore? Che caratteristiche deve avere? È solo colui che guadagna più di xx mila euro l’anno, o chi?

Io diversifico lo scrittore professionista dallo scrittore amatoriale. Entrambi sono scrittori, solo che il primo riesce a lavorare con la scrittura, mentre il secondo la utilizza solo coma valvola di sfogo, come passione, senza che diventi una fonte di reddito.

E credo che non si possa essere scrittori professionisti se non si è prima scrittori amatoriali.

Il primo elemento che ci rende scrittori, infatti, è la passione infinita per le parole, per il linguaggio, per questa meravigliosa forma di comunicazione che ci distingue da ogni altro essere vivente. E, nel caso di romanzi e racconti, per la narrazione.

Chi scrive solo per guadagnare o solo per farsi notare, senza troppo studio e impegno, a mio parare non può essere considerato scrittore. Anche perché, spesso, queste persone producono un solo libro (solitamente un flop).

Il secondo punto è la tecnica.

Chi dice che scrittori si nasce e che non serve studiare probabilmente non ha la minima idea del lavoro immane che si cela dietro la stesura di un testo. E non l’avrà mai, credo.

Lo studio è fondamentale. Oggi più che mai.

Viviamo in un mondo molto competitivo. Per emergere occorre stare un passo avanti agli altri. Occorre conoscere bene la lingua italiana, le strategie linguistiche, la psicologia del lettore e il marketing. Non so se è chiaro, ma l’epoca in cui si inviava un manoscritto agli editori e si veniva prima pubblicati e poi pubblicizzati, è finita. Purtroppo.

Oggi, lo scrittore che vuole emergere deve lottare, deve fare tutto da sé e lavorare molto. Ma quante soddisfazioni, poi! 🙂

In ultimo, c’è bisogno di impegno.

Tanto impegno. Se quello che sto scrivendo ti scoraggia, probabilmente il mestiere di scrittore non fa per te.

Un mostro sacro come Jeffery Deaver ha più volte asserito che lui impiega dai 6 agli 8 mesi per strutturare un romanzo e dai 2 ai 3 mesi per scriverlo. Ergo: per scrivere un solo romanzo, un professionista come lui impiega un anno! E lo fa per vivere. Fa anche altro, come molti scrittori di oggi, ma questa è la sua principale attività.

Hai idea di quanto lavoro richieda, quindi, scrivere un buon libro?

Ricapitolando, per diventare uno scrittore hai bisogno di:

  • Passione
  • Tecnica
  • Impegno

 

E COME SI DIVENTA SCENEGGIATORI?

Allo stesso modo. Scrivere sceneggiature non è diverso dallo scrivere libri, per molti versi. La differenza fondamentale è la coralità.

Un libro è un’opera solitaria. Si scrive per conto proprio, nella propria stanza, chiusi nel proprio mondo. La sceneggiatura, invece, è un lavoro di gruppo. L’idea puoi averla tu e le pagine puoi scriverle tu, ma poi il tutto deve essere rivisto in fase di realizzazione dell’opera.

Possono insorgere mille imprevisti. Dall’attore che si ritira e ti costringe a eliminare un personaggio o a modificarlo, fino al cambio di setting che mette in discussione alcuni elementi cruciali della storia.

Quindi, dopo la stesura (a volte anche in corso d’opera), la sceneggiatura diviene un’opera corale da rivedere con il regista, gli attori e lo staff.

Ma anche qui c’è bisogno di passione, impegno e tecnica.

Le sceneggiature rispondono a delle regole di scrittura ben precise che vanno studiate a parte. Non si sta scrivendo un romanzo che dovrà essere goduto dai lettori finali, in spiaggia, ma un testo che dovrà essere studiato dagli attori e dal regista. Tutt’altra cosa.

Ecco perché nell’Accademia del Self Publishing ho dedicato lezioni specifiche per ogni tipo di testo.

Altra cosa ancora è imparare a scrivere un articolo di blog, o per un giornale.

Ma di questo te ne parlo in un’altra occasione.

Domande?

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnata da *