Come scrivere per il web: tecniche e strategie
Tempo di lettura: 5 minuti

Come scrivere per il web: tecniche e strategie

In questo post parlerò di come scrivere per il web, come usare tecniche e strategie che ti permetteranno di attirare l’attenzione del pubblico e di vendere i tuoi prodotti.

Seguimi e scoprirai alcune cosette interessanti.

 

Come scrivere per il web: fatti trovare

Per prima cosa devi fare in modo che il tuo pubblico trovi il tuo blog. Non è importante che trovi la home page, ma ciò che sta cercando.

Se stai leggendo questo articolo forse è perché hai effettuato una ricerca su Google per un argomento correlato al tema “come scrivere per il web” e ti è comparso questo mio testo.

Non sei sulla mia home page, ma proprio qui. E questo è tutto ciò che ti interessa, ora, del mio sito. Hai un problema e io te lo sto risolvendo. È così che funziona.

Poi tornerai? Non lo so, forse sì. Ammesso che ti interessi ciò che scrivo.

Per renderti visibile sui motori di ricerca devi utilizzare le tecniche della cosiddetta SEO (Search Engine Optimization). Nell’Accademia ne parlo in modo approfondito, anche perché è un tema articolato, ma già qui posso darti delle dritte per rendere il tuo articolo visibile:

  • Effettua su Google una ricerca sull’argomento che vuoi trattare
  • Lasciati guidare dai suggerimenti di Google (quelle sono le ricerche più frequenti)
  • Osserva quanti risultati ci sono, più sono più la ricerca probabilmente è degna di attenzione
  • Studia i siti in prima pagina, sono ferrati sull’argomento? Sono credibili e hanno seguito?
  • Se pensi che si possa fare, scrivi l’articolo

Il lavoro SEO fatto bene richiede molti altri parametri, come la ricerca approfondita delle ricerche più performanti e meno competitive, lo studio dei siti competitor e molto altro. Ma questo è già un inizio per partire con il piede giusto.

Poi si distingue tra SEO on-site e off-site. Il secondo implica l’ottenere link in entrata al tuo sito da altri siti di forte valore, così che Google capisca che scrivi cose valide. La SEO on-site, invece, riguarda tutto ciò che si può fare sul proprio sito, dall’ottimizzazione di alcuni parametri che rendono il sito più veloce e facilmente riconoscibile, fino alla scrittura, tema principale di questo articolo.

Il testo che scriverai, infatti (come puoi notare anche qui), deve avere uno e un solo titolo principale (H1, secondo il linguaggio HTML) e vari titoli di paragrafi (H2) che richiamano la tua frase di ricerca iniziale in modo naturale.

Sempre in modo naturale, la frase chiave deve essere presente nella prima riga del tuo articolo. E anche nel testo, ma sempre in modo naturale e non forzato. Già, perché scrivere per il web vuol dire scrivere sia per i motori di ricerca che (soprattutto) per il pubblico che ti leggerà.

Il testo, quindi, deve essere scritto in modo corretto e deve fornire soluzioni reali. Non stai parlando solo a una macchina, come dicevo, ma a esseri umani che cercano in te risposte. Una volta si scriveva solo per “ingannare” Google e farsi posizionare bene utilizzando solo parole chiave e trucchetti. Oggi non funziona più (per fortuna).

Google sta dedicando sempre più attenzione alla semantica e alla qualità dei testi scritti. Quindi ok H1 e H2, ma poi scrivi articoli che valga la pena leggere.

 

Come scrivere per il web: scarsità di attenzione

Vista un  po’ la SEO, andiamo avanti.

Che tu scriva per vendere i tuoi libri con un blog, oppure rappresenti un’azienda che vuole battere la concorrenza sul web e farsi notare, dovrai fare i conti con un elemento ormai consolidato: la scarsità di attenzione del tuo pubblico.

Nella maggior parte dei casi, un utente passa pochi secondi su un sito web. Poi passa a un altro, poi a un altro, fino a chiudere il browser.

Questo accade per due motivi:

  • Spesso non si trova ciò che si sta cercando
  • Il testo non è facilmente scansionabile

Mentre sul primo punto è chiaro il problema, nel secondo forse no. E te lo spiego.

Diverse ricerche hanno evidenziato che oggi gli utenti web non leggono, ma scansionano. Le parole non vengono lette una per una, cosa si può fare con un giornale cartaceo o con un libro. Sul web vengono lette solo le parole più importanti, o ritenute tali.

Quindi, prima regola fondamentale per far leggere il tuo testo e attirare l’attenzione è evitare i blocchi di testo illeggibili e caratteri troppo piccoli o senza spazi.

Come puoi notare anche in questo articolo, ci sono alcuni elementi da prendere in considerazione:

  • Utilizza il grassetto sulle parole e sui concetti principali
  • Utilizza paragrafi con titoli chiari
  • Utilizza elenchi puntati come questo
  • Distanzia i capoversi e rendili brevi

 

Come scrivere per il web: non sei un venditore porta a porta

Dimentica le vecchie tecniche di vendita. Il mondo è cambiato, per fortuna, e oggi i consumatori non vogliono più frasi altisonanti o pubblicità vecchio stampo. Oggi vogliono soluzioni.

Abbiamo sviluppato un po’ tutti una sorta di cecità alle pubblicità. E quelle in movimento ci infastidiscono. Quindi usale poco, e di sicuro non usarle nei tuoi testi. Se vuoi rimandare il lettore ad approfondimenti o a prodotti utili, inserisci i link pertinenti e contestualizzati, nel testo.

Anche il testo in sé non deve essere una promozione, ma deve essere informazione. Ecco cosa paga, oggi, fornire informazioni utili e soluzioni a problemi specifici.

Tu volevi conoscere tecniche e strategie per scrivere sul web, io te le sto fornendo. Punto.

Potresti dire: fornire soluzioni non mi farà vendere i miei libri, o i prodotti della mia azienda. Ma questo non è vero.

Puoi vendere in due modi:

  • Diretto – Inserendo i link ai tuoi prodotti all’interno del testo, ma in modo sensato e contestualizzato
  • Indiretto – accrescendo la tua fama grazie alle informazioni fornite e fidelizzare l’utente, che prima o poi potrebbe comprare

Il fine ultimo del tuo scrivere per il web non è vendere a tutti i costi, ma creare relazioni di fiducia e stima. Devi aiutare il prossimo senza pensare ai soldi e alle vendite. Solo così venderai. Questo è il paradosso.

 

Come scrivere per il web: scrivi in modo chiaro

Non perderti in fronzoli linguistici, qui non serve. Vai direttamente al punto. Già dal titolo.

Guarda il titolo di questo articolo, ti dice subito cosa sto per fornirti. E questo è ciò di cui tu hai bisogno, perché lo hai cercato sui motori di ricerca. Quindi, se sei qui è perché posso aiutarti.

Il linguaggio deve essere chiaro. Come dicevo prima, frasi brevi. Ma anche linguaggio colloquiale. Se pensi sia utile, utilizza le metafore e le similitudini. Permettono al lettore di apprendere facilmente messaggi complessi ed emozionano.

Molti preferiscono puntare sulla paura del perdere, piuttosto che sul piacere dell’avere, con i titoli e le frasi principali. Qualcosa del tipo:

  • Cosa puoi fare per evitare di perdere tutto?

Anziché:

  • Ecco cosa fare per avere ciò che vuoi

Questo perché la paura di perdere spinge di più all’azione rispetto al desiderio di avere. A me non piace molto, io preferisco puntare sul positivo e dirti cosa potrai avere. Ma sono scelte personali.

 

Come scrivere per il web: conclusioni

Come hai visto, scrivere per il web vuol dire utilizzare strategie linguistiche, informatiche e psicologiche insieme. E questo è solo l’inizio. Ci sono molti altri ingredienti da mettere nella tua ricetta (tanto per usare una metafora). E li potrai trovare in altri nostri articoli.

Se vuoi arrivare a un livello di scrittura web professionale e realizzare i tuoi progetti insieme a un tutor e mental coach, puoi entrare nella nostra Accademia (inserimento di un link di vendita contestualizzato… tutto torna). 😉

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnata da *

venti + uno =